Parco Nazionale dei Monti Sibillini

PARCO NAZIONALE DEI MONTI SIBILLINI

Il Parco nazionale dei Monti Sibillini è un parco nazionale che si estende per una superficie di circa 71.437 ettari tra le Marche e l’Umbria, ricadendo nelle province di Macerata, Fermo, Ascoli Piceno e Perugia. Il parco fu istituito nel 1993 ed è attualmente gestito dall'Ente Parco Nazionale dei Monti Sibillini, con sede a Visso, MC.
Il paesaggio montagnoso predominante è quello del massiccio calcareo della catena degli Appennini, che in questa zona funge da tramite tra le forme più morbide della parte tosco-emiliana e le alte montagne abruzzesi, assumendo tratti severi e scoscesi.
I due versanti (orientale e occidentale) hanno caratteristiche differenti. Il primo è caratterizzato da una grande varietà di paesaggi e ambienti naturali con i fondivalle dei fiumi e dei torrenti che si articolano in gole strette e impressionanti.  Il versante occidentale degrada dolcemente verso l'Umbria con una serie successiva di depressioni ad alta quota, i famosi Piani di Castelluccio. Il monte più alto e più noto, è il Monte Vettore (2476 m), che domina Castelluccio. Nel Parco vi sono numerose cime che superano i 2000 metri.

Dal punto di vista floreale, nel parco si possono incontrare:
• Acero bianco, Anemone alpino, Castagno, Faggio, Orchidee, Stella alpina

Dal punto di vista faunistico, nel parco si possono incontrare:
• Camoscio d’Abruzzo, Cinghiale, Gatto selvatico, Ghiro, Lepre, Lupo, Scoiattolo, Tasso, Volpe.
• Aquila reale, Civetta, Falco pellegrino, Gheppio, Picchio verde, Poiana.
• Biscia dal collare, Orbettino, Vipera, Vipera dell'Orsini

 

Per saperne di più clicca sulle immagini.